Ricevimento di nozze, cosa cambia in tavola? Ecco le ultime tendenze

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)

Carissimi sposi, le ultime novità in tema di menù del ricevimento hanno ormai l'obiettivo di ridimensionare pranzi e cene. In estrema sintesi: basta con l’interminabile susseguirsi di portate, la grande abbuffata nuziale (che tra l'altro incide pure, notevolmente, sui costi del matrimonio!). Chi di noi, invitato al pranzo di nozze, non ha sbuffato al terzo giro di primi o al secondo piatto di arrosti?


Ma quali sono queste nuove tendenze in tema di Ricevimento di nozze?

Il buffet. La formula che accontenta la new wedding generation è il buffet/party in piedi oppure seduti usufruendo di poltrone, isole relax, sedie e tavolinetti alti (i cosiddetti “mangia e bevi”) opportunamente dislocati e, ovviamente, con il servizio catering. E’ la soluzione più semplice e veloce, consente di servirsi a piacere lasciando libertà di movimento agli invitati e da la possibilità di scambiare due chiacchiere un po' con tutti.

Lasagne formato cupcake. Ne ha parlato qualche tempo fa perfino il Wall Street Journal: una piccola porzione di lasagne tutta angoli e crosticina che si può mangiare in piedi, addirittura con le mani. Classica o vegetariana è diventata il must dei ricevimenti.

Street food (cibo da strada). Spazio e onore ai tanti cibi da strada italiani che valorizzano la ns. cultura enogastronomica! Quale idea migliore per un buffet con arancini di riso, frittelle di baccalà, olive all'ascolana, carciofi, zucchine e broccoletti pastellati,panzerotti, porchetta, piadine e focacce, ecc. Si mangia tutto con le mani e rigorosamente in piedi.

Barbecue fai da te. Si fa sempre più apprezzare l’idea del barbecue: carne, pesce o verdure cotti sulla brace piacciono a tutti. E' possibile lasciare agli stessi ospiti il divertente compito di cuocersi i cibi, ma se gli invitati sono numerosi è sempre meglio un cuoco addetto alla griglia.

Pranzo (o cena) formato famiglia. Il pranzo formale, rigido, classico è decisamente out. Se si opta per il ricevimento seduti fate in modo che lo stile sia caldo, accogliente, famigliare. Poche portate (abbasso la cerimonia dell'ingozzamento!) ma che non siano qualsiasi. Meno calorie, insomma, ma più calore.

Cin cin con l’acqua. Una delle ultime novità! Belle da vedere le caraffe colme di acque aromatiche che sostituiscono i classici aperitivi. Si preparano con frutta di stagione, erbe e acqua fresca naturale o frizzante. E voi rinuncereste al brindisi senza bollicine?

W il cibo locale. Vince, anzi stravince il cibo locale: le verdure di stagione dell’orto, il pesce del Mediterraneo, la carne di allevamenti italiani (abbasso l'esotico). Sempre più frequente anche l'angolo vegetariano/vegano con verdure crude e cotte per i tanti, ormai, che hanno cambiato stile di vita.

Torta o cupcake? Nonostante il minimalismo imperante, la torta di nozze resta sempre la preferita. E’ un simbolo che nessun cupcake, per quanto bello e artistico, potrà mai soppiantare. Altrimenti, come consentire agli sposi il fatidico taglio?

Quale novità o tendenza Vi convince di più?

Un abbraccio, a presto.

Elia Grillotti
Chef e Catering Manager