Findom: la dominazione esce dalle lenzuola

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nato negli Stati Uniti, si sta diffondendo sempre più e ad oggi ha raggiunto anche l’Italia, di cosa si tratta? Il Findom, abbreviazione di Financial Domination, è un feticismo particolare, che oltrepassa la pura sessualità e che sembra coinvolgere principalmente l’aspetto finanziario delle persone coinvolte. Scopriamolo insieme.


Quando si sente parlare di Feticismo si è soliti pensare a quello del piede, ma oggi ci sono nuove forme di feticismo che vanno a svincolarsi da oggetti, abiti e parti del corpo, arrivando a coinvolgere il conto corrente di una persona.

Il Findom, anche noto come “schiavitù dei soldi”, si caratterizza per una specifica dinamica di potere: una parte dominante (solitamente donna) che “sfrutta” economicamente la parte sottomessa, la quale prova piacere sessuale in tale tipologia di relazione.

Money slave, human ATM, finsub o pay pig, sono alcuni degli appellativi assegnati alla parte sottomessa, che il più delle volte è di genere maschile.

L’intimità sembra essere del tutto esclusa dalla relazione, la quale può ammettere forme di sottomissione come l’umiliazione, ma tutti i contatti tra dominato e dominante sono ridotti al minimo. La relazione, infatti, è fortemente centrata sull’aspetto finanziario, basti pensare che il sottomesso solo raramente può accompagnare la Findomme a fare shopping, guardarla mentre prova ed indossa gli abiti e gli accessori che lui pagherà, ma non può assolutamente andare oltre.

Cosa “regala” il sottomesso?

Per prima cosa bisogna sottolineare che il Money slave non fa regali alla propria dominatrice, ma sacrifici. Questi possono consistere in somme di denaro o nel pagamento di qualsiasi acquisto che la findomme fa: abiti, intimo, accessori, gioielli, trattamenti estetici, ecc.. Non rara è la situazione in cui lo human ATM elargisce somme di denaro senza poi sapere come verranno spese.

Dove si incontrano Findomme e Money slave?

Il web sembra essere il luogo prediletto: siti, forum, ma anche i social network mettono in contatto gli interessati che riescono a mantenere l’anonimato e a condurre la vita di tutti i giorni.

I sottomessi, spesso, si trovano a svolgere due o tre lavori per poter soddisfare economicamente la propria dominatrice e per raggiungere il proprio obiettivo: giungere all’eccitazione sessuale nel vedere il proprio conto in banca svuotarsi (ci troviamo quindi di fronte ad una forma di masochismo, anche se non riguarda quello fisico e corporale).

Se da una parte il money slave raggiunge l’eccitazione, dall’altra la Findomme si trova sempre e comunque soddisfatta: il suo schiavo è sempre pronto ad adularla, ad ubbidirle ed a lavorare per lei.

Chi è la Findomme?

Le dominatrici sono molto diverse tra loro: ci sono donne che lo fanno a tempo pieno, altre, più giovani, che utilizzano i soldi dello schiavo per pagarsi gli studi, altre ancora che utilizzano la relazione per arrotondare le entrate economiche mensili.

La Findom, quindi, è una relazione basata esclusivamente sulla sudditanza economica: non c’è sesso, non c’è affetto, non c’è intimità, ma tutto ruota intorno al denaro ed ai sacrifici dei Money slave.

Non sono pochi i sottomessi finiti sul lastrico e sul web sono disponibili i racconti delle loro esperienze ...sfortunate. Uno di loro, ad esempio, ha improvvisamente abbandonato una live con la propria dominatrice pagata anticipatamente ben 42mila dollari. Che sia stato un semplice problema di connessione?

Il fenomeno ha colpito l’attenzione di sociologi e psicologi che stanno approfondendo il mondo del Findom, cercando anche di delineare al meglio i profili di Money slave e Findomme.

E voi cosa pensate di questa forma di dominazione? Cosa può spingere un uomo a svolgere doppi o tripli lavori pur di vedere soddisfatta la propria dominatrice?

Non esitate a dire la vostra. Un saluto ed al prossimo articolo! 

Ilaria Lelli
Psicosessuologa e Consulente sessuale