Il ricevimento: 3 modi per organizzare un banchetto di nozze

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

Quante sono le modalità per poter organizzare un banchetto di nozze?
Almeno 3: buffet, cocktail, tavoli con invitati seduti.
Ovviamente, lo stile ed il budget delle nozze influiscono molto sulla scelta del tipo di banchetto… Proviamo a spiegarci meglio!

Il Cocktail

È un tipo di banchetto semplice e abbastanza accessibile in quanto al prezzo.
Il cocktail si presta naturalmente ad un matrimonio informale. Il cibo è relativamente più semplice rispetto al buffet e meno vario.
Gli invitati restano per lo più in piedi e creano certamente un ambiante molto animato.
È necessario predisporre delle isole relax, poltrone, divani, sedie, in modo tale che gli inviati possano riposare di tanto in tanto.

Il Buffet

Molto simile al cocktail. Tuttavia, nel buffet, vi è una maggiore varietà di piatti.
È anch’esso un tipo di banchetto informale e permette agli invitati di scegliere di mangiare quello che preferiscono.
Il menù può essere molto variegato prestandosi, per sua natura, a molte realizzazioni.
Il buffet è certamente più caro del cocktail, ma sicuramente più completo.
Gli invitati possono stare in piedi o seduti. Anche in questo caso verranno predisposte delle isole relax, molto più complete ed attrezzate per consentire ad ogni invitato di sedersi dove meglio crede una volta che si sia servito da solo.

Al Tavolo

È l'opzione che meglio incarna lo spirito della tradizione e che siamo abituati a vedere alle nozze.
I commensali stanno seduti ed è previsto il servizio al tavolo.
Il banchetto consiste in un inizio con aperitivo di benvenuto che generalmente si svolge in piedi e poi menù al tavolo composto da antipasto, due primi, due secondi, dolce, frutta, vini, liquori e, infine, gli ospiti si possono sgranchire un po’ le gambe con il buffet di dolci e la torta nuziale, che si consumano in piedi creando animazione ed un indimenticabile momento di gioia ed allegria.

In tutti e tre i casi ci si può avvalere dell’esperienza e della consulenza professionale di una società di Catering così da personalizzare meglio le nozze e scegliere fino al minimo dettaglio: dal menù, alle tovaglie, ai coperti, agli addobbi e, non di poco conto, la location dei Vs. sogni ed ogni tipo di allestimento. Ma di questo abbiamo già parlato.

Quale opzione vi convince di più? Diteci la vostra!

Un abbraccio.

Elia Grillotti
Chef e Catering Manager