Milking, Pegging e Punto L

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Voto)

Il Milking ed il Pegging sono due pratiche sessuali maschili, solitamente evitate e temute dall’uomo, ma che sono capaci di regalare momenti di piacere veramente molto intensi.
Vediamo meglio insieme di cosa si tratta.


Quando si parla di sessualità e di piacere sessuale, l’uomo focalizza la propria attenzione sul pene, considerandolo la principale fonte del proprio piacere.

In realtà, c’è una piccola ghiandola molto importante, ma che troppo spesso viene dimenticata, che gioca un ruolo importante nella sessualità e anche per la riproduzione: la Prostata.

Situata a stretto contatto con la vescica e con la parete anteriore dell’intestino retto, questa ghiandola contribuisce alla formazione dello sperma, andando a costituirne una parte importante proprio con i fluidi che essa produce.

Individuare la Prostata tramite un massaggio non è difficile: durante l’eccitazione sessuale infatti, la ghiandola si ingrossa e diviene più dura, così che sia facilmente riconoscibile.

Massaggiare la Prostata, o stimolarla semplicemente, è una pratica che l’uomo fa da diversi secoli e si ritrova in culture anche molto diverse tra loro.

Ma come si pratica questo massaggio?

Il Milking

Il Milking, o semplicemente massaggio prostatico, è una pratica che richiede tatto e delicatezza, ma che sa regalare all’uomo che la riceve un orgasmo molto intenso.

Per massaggiare la prostata è necessario esercitare il massaggio attraverso l’ano, ma poichè è una zona molto delicata e sensibile, è necessario essere dolci e cauti, ascoltando tutto ciò che riporta il partner.

Massaggiando il perineo, è già possibile per l’uomo provare delle sensazioni di piacere, ed avvicinandosi con le dita all’ano, esercitando dei delicati movimenti rotatori, si sentirà il piacere aumentare man mano.

Se il partner è alle prime esperienze, è molto importante farlo rilassare: creare una giusta atmosfera, rassicurarlo, regalargli un massaggio rilassante prima di iniziare, potrebbe essere utile per vivere un’esperienza nuova e che molti uomini rifiutano.

Non bisogna dimenticare infatti, che per moltissimi uomini accedere al proprio lato b per raggiungere piacere è impensabile: considerano tutto questo come relegato al “mondo” gay e non vogliono saperne.

In realtà, Milking e Pegging sono pratiche completamente slegate dall’orientamento sessuale, sono semplicemente dei modi per esperire piacere, un gioco erotico con la propria o con il proprio partner sessuale.

Tornando al massaggio, altro elemento che non può assolutamente mancare, è il lubrificante. L’ano non è in grado di autolubrificarsi, per questo è necessario ricorrere ad un lubrificante apposito per non irritare la zona ed evitare così fastidi e piccoli dolori.

Una volta individuata la Prostata, questa va stimolata delicatamente con i polpastrelli alternando la pressione che vi viene esercitata (continua, discontinua, …).

Il massaggio prostatico o Milking, può essere praticato anche in assenza del partner, grazie a dei toy progettati appositamente per questo.

Il Pegging

Anche qui ci troviamo di fronte ad una pratica che l’uomo etero tende ad evitare, ma che in realtà rappresenta un modo per rendere il gioco di coppia più vario e che rende più complici i partner.

Nel Pegging, infatti, è la donna ad avere un ruolo attivo e a compiere la penetrazione, grazie all’uso di uno strapon.

Può diventare un divertente e piacevole gioco di ruolo e una donna molto esperta può arrivare anche a controllare l’orgasmo del partner ritardandolo, o facendolo eiaculare senza far raggiungere l’orgasmo.

Nella sessualità c’è molto da sperimentare, ma la fiducia e il rispetto sono elementi imprescindibili quando si è in due a giocare.

Pegging e Milking ne sono un esempio: due pratiche che richiedono tempo, tatto, delicatezza ed ascolto. Solo così l’uomo potrà viverle pienamente e raggiungere l’apice del piacere scoprendo un orgasmo più intenso.

Ilaria Lelli
Psicosessuologa e Consulente sessuale