Il matrimonio più social dell'anno!

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Voto)

La sposa è Giovanna Battaglia, nata a Milano da mamma Calabrese e padre Siciliano e diventata modella, prima, e una tra le più influenti fashion editor newyorkesi, poi. Lo sposo è un multimilionario svedese che acquista, ristruttura e rivende immobili di lusso a Stoccolma. Come poteva essere il giorno delle nozze tra due persone tanto note, ricche e influenti? A dir poco esagerato!


Tutto comincia con un invito, recapitato ai fortunati invitati, tra i quali Naomi Campbell, Stefano Gabbana e Domenico Dolce, Mario Testino, Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, contenente una password, una parola segreta per accedere al sito dell’evento oscarandgio.com nel quale, presumibilmente, saranno stati riportati tutti i dettagli dell’evento.

Sarebbe in realtà più corretto parlare degli eventi, in quanto si è trattato di un long weekend ricco di impegni cominciato il giovedì con il dinner party in Piazzetta, abito casual recita l’invito. Gli organizzatori pare abbiano prenotato i tre bar storici di Piazza Umberto I.

Il venerdì si celebra la cerimonia nuziale ad Anacapri: la coppia ha riservato per sé tutta la zona di Punta Carena per tre giorni. Il set del matrimonio è stato costruito ad hoc da uno scenografo ai piedi del Faro dove una squadra di operai è al lavoro già da giorni per montare un gigantesco palco sospeso tra roccia e mare. La cerimonia è alle 18, al tramonto; segue la cena. Black tie è il dress code: smoking per lui e abito lungo per le signore.

Sabato la festa comincia alle 21 con un super party a bordo di una nave cargo allestita per l'occasione a tema Extravaganza.

Per la sposa un totale di sei look, ricercati e perfetti per le diverse occasioni.

Il giorno prima delle nozze, per la festa in piazzetta, Giovanna sfoggia un bellissimo abito lungo alla caviglia di Azzedine Alaia con maniche a campana ornate di piume.

Il venerdì, il giorno delle nozze, Giovanna stupisce i suoi ospiti con uno spettacolare abito da sposa firmato Alexander McQueen che si trasformerà poi per il ricevimento in une versione più comoda per il dinner party seguito alla cerimonia. Quando le danze poi hanno inizio, la sposa fa il suo ingresso in pista con un’adorabile mise firmata Giambattista Valli, in coordinato con gli stivali Sixties

La mattina successiva, invece, la sposa delizia i suoi ospiti con un completo firmato Tanya Taylor: un due pezzi con top a spalle scoperte che ha una particolarità, il logo ricamato con le iniziali dei due sposi intrecciate a formare un cuore. Lo stesso che ha fatto da fil rouge a tutta la festa.

Infine, il sabato notte in cui gli sposi decidono di salutare gli invitati con un party conclusivo a tema Extravaganza cosa poteva indossare la sposa se non un tubino Prada ricoperto di paillettes e lustrini?

Avendo le possibilità, voi vi sposerestre mai in questo modo? Fateci sapere cosa ne pensate.

Francesca Salinetti
Event Planner, Meraviglioseventi