Come organizzare una location di nozze perfetta... dal pavimento al soffitto!

Sabato, 07 Maggio 2016 Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
  • Stampa
  • Dillo a un amico
  • Condividilo con i tuoi amici su:

Inesorabilmente, il giudizio sull’allestimento e l’organizzazione di un matrimonio, va fatto a 360 gradi. Il che significa che è rilevante non solo la qualità del cibo ma tutto l’ambiente che fa da sfondo alla cerimonia, intendendo, con le parole 'tutto l'ambiente', ogni elemento che vada dal pavimento al soffitto della location!


Partiamo dal basso.

In caso abbiate scelto una tensostruttura per il vostro matrimonio, complimenti! Potrete scegliere, con questa soluzione molto flessibile, ogni singolo particolare dell’allestimento, in primis, il tipo di pavimentazione.

Spesso, in feste di matrimonio organizzate all’aperto, si vuole approfittare di un bellissimo prato all’inglese per camminare tra un tavolo e l’altro pienamente a contatto con la natura. Peccato che natura e tacchi non vadano proprio d’accordo! Pertanto, o organizzate un matrimonio a tema “Ballerina”, oppure, "questo matrimonio non s'ha da fare, né domani, né mai"!

Per la pavimentazione, quindi, il consiglio, in questo caso, è quello di scegliere una piccola pedana ricoperta con il materiale che preferite. Il legno, ovviamente, costituisce la scelta migliore poiché è elegante ed abbinabile ad ogni colore scelto per il controsoffitto di gazebo e pareti.

Inoltre, potreste scegliere una pavimentazione ad hoc per la pista da ballo e, se siete amanti della “Febbre del sabato sera”, la vostra voglia di disco può essere soddisfatta con una pista da ballo con illuminazione integrata.

Ricordiamo, inoltre, che un pavimento fatto bene evita danni ai parenti di una certa età ma, soprattutto, eviterà scivoloni ai testimoni che abbiano decisoo di festeggiarvi bevendo un po' più del solito!

Una volta che avrete scelto cosa avete sotto ai piedi, pensiamo all’arredo del gazebo.

In primis dovete scegliere un colore. Ogni coppia ha la piena libertà di scegliere il colore prevalente per l’allestimento della tensostruttura. Tuttavia, ci permettiamo di darvi qualche piccolo consiglio:

  1. Il fucsia è un bel colore. Se possibile, però, evitiamo che il ricevimento si svolga nella casa delle “polly pocket”.

  2. Il bianco è il colore della purezza, della luminosità, un classico, insomma. Evitate, però, di imbattervi nel pericolo “mimetismo”: la sposa deve assolutamente evitare di confondersi con la tappezzeria! Quindi, se scegliete il bianco, fate che l’abito della sposa sia quantomeno color panna.

  3. Evitare, per quanto possibile, i colori scuri: quando gli invitati arrivano, dopo ore, nel luogo del ricevimento, mettiamoli a loro agio con colori caldi ed accoglienti senza dargli l’impressione di dover mangiare nella taverna di un orco!

Come vedete, basta poco per organizzare un matrimonio nel quale gli invitati si possano sentire bene e a loro agio e, se alzando gli occhi, siete abbagliati da luci sfavillanti e, abbassando lo sguardo, non avete paura di mettere i piede in fallo, complimenti: obiettivo location di matrimonio perfetta raggiunto!

Fabio Franceschini
Wedding project manager, L'Opera Allestimenti