Nuova vita alla Cucina utilizzando il colore!

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Voto)

Cari Lettori, chi di voi non si è chiesto più volte come rinnovare l’ambiente cucina? E, soprattutto, come rinnovarlo senza spendere una fortuna e senza toccare o cambiare gli arredi? Se è così, questo articolo fa per voi. Cercheremo, infatti, di darvi delle dritte concrete su come dare un nuovo look a qualsiasi cucina, da quelle vintage a quelle classiche, passando anche per quelle moderne che, nonostante siano nuove, vi hanno forse un po’ stancato.


Spesso, basta un colore sbagliato sulle pareti, un rivestimento troppo futurista per il piano cottura, elettrodomestici in acciaio a vista o, semplicemente, una stanza ammobiliata in modo agè, per vedere il tutto come vecchio, passato e smorto.

Con queste semplici idee potrete davvero dare nuova luce a qualsiasi ambiente cucina anche spendendo poco.

Ravvivare la parete

Per dare nuova vita ad una vecchia cucina, o ad un ambiente cupo e magari troppo grigio, è abbastanza ridipingere la parete che ospita la cucina e la maggior parte dei suoi componenti. Ovviamente il colore va studiato bene, ma sono a prediligere le tinte accese e vivaci per dare nuova energia e vitalità all’insieme. Che ne dite di un bel giallo?

Colorare i mobili

Un’altra idea vincente, certo più laboriosa, è quella di ridipingere i mobili della cucina o anche solo alcuni di questi. Si possono utilizzare pitture apposite, oppure, pellicole wrapping, disponibili anche in versione spray, o carte da parati specifiche per mobili, di cui abbiamo già parlato altre volte.

Scegliete comunque fantasie o colori vividi, carichi di energia e vitalità per un effetto Wow assicurato.

Inserire elementi vivaci

Potrete anche utilizzare semplici tessuti d’arredo per dare un nuovo look alla cucina e spendendo anche pochissimo. Di questo ne ho parlato in un intero corso disponibile per tutti online. Scegliete colori accesi e fantasie accattivanti, magari fiorate, geometriche oppure black&white: lo stesso lo potete fare anche con suppellettili, accessori da cucina e piccoli elettrodomestici da lasciare a vista.

Cambiare pavimentazione

Per chi non teme un intervento più invasivo, potrà optare per una modifica della pavimentazione.
Si può scegliere il parquet flottante, da poggiare anche sopra pavimenti esistenti, oppure, per la resina, anch’essa da stendere sopra questi.
Anche in questo caso si potrà osare con nuance insolite e vitaminicheparquet multicolor o, ancora, con grès porcellanati di ultima generazione: la scelta è praticamente infinita.

Come sempre nella nostra gallery troverete degli esempi vincenti e dai quali prendere spunto.

Vi mando intanto un abbraccio e vi aspetto al prossimo articolo.

Eleonora Tredici
Interior designer e Visual merchandiser