Wedding en plein air: come organizzare un perfetto matrimonio all'aperto

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

L'estate è ormai alle porte e con essa anche la stagione dei matrimoni en plein air. Sono sempre di più, infatti, le coppie che, sulla scia della tradizione americana, decidono di sposarsi all'aperto.


Tuttavia, questa scelta, che a prima vista può sembrare semplice, nasconde molte insidie che, se non considerate, rischiano di trasformare il giorno più bello della vostra vita in una vera e propria catastrofe! Per questo motivo, abbiamo deciso di darvi alcuni utili consigli per organizzare un perfetto matrimonio all'aperto.

Prima di tutto, se la vostra intenzione è quella di celebrare il rito presso la vostra location preferita, occupatevi in anticipo della parte burocratica. In Italia, sposarsi all'aperto è più complicato perché il cattolicesimo permette le nozze soltanto in luoghi consacrati ed anche per il rito civile le limitazioni non sono poche.

Dopodiché, passiamo alla scelta del mese.

In primavera inoltrata o in piena estate, qualsiasi sia il mese scelto, si spera che il sole e il caldo vi accompagnino durante l'arco dell'intera giornata, contribuendo a rendere ancora più unico il vostro matrimonio.
Tuttavia, è bene avere a disposizione sempre un piano B: nuvole, vento, pioggia e freddo, anche se non invitati, potrebbero presentarsi durante i festeggiamenti.

A tal proposito, se la location scelta non prevede una sala interna, la soluzione migliore è quella di far installare dei romantici gazebo che, oltre a donare a tutto il contesto un'immagine raffinata e senza tempo, offrono riparo dalle intemperie.
Vivamente sconsigliata la celebrazione in estate in pieno giorno con la luce forte e verticale, preferibile il tardo pomeriggio o la sera con il tramonto che con i suoi colori donerà al vostro matrimonio un'allure magica ed elegantemente indimenticabile.

Riguardo la location, c'è davvero l'imbarazzo della scelta: un parco, una villa con giardino, un hotel con ampie terrazze panoramiche, il cortile di un castello ma anche un tratto di spiaggia, sono i luoghi più adatti ad ospitare un matrimonio all'aperto.

Fondamentale è, tuttavia, comunicare con la partecipazione la tipologia di location scelta. Gli ospiti devono sapere che il ricevimento avverrà in un luogo all'aperto, in modo tale che, soprattutto, le vostre invitate, possano pensare a due versioni di scarpe invece di rimanere impiantate nella sabbia con tacco a spillo da 12 cm o di rinunciare a raggiungere la postazione della cerimonia per non rovinare la costosa scarpa di brillantini comprata per l'occasione.

Un'ottima trovata è quella di prevedere delle infradito da mettere a disposizione degli invitati, nel caso in cui le loro scarpe non siano adatte o poco comode per l'occasione. Niente invitati scontenti o sbuffanti, ma amici sorridenti e divertiti di sfoggiare la scarpa di riserva o la simpatica infradito.

Un'altra idea carina, sempre per coccolare i vostri ospiti, potrebbe essere quella di preparare delle wedding bag all'interno dei quali potrete inserire un ventaglio per il caldo, una bottiglietta d'acqua (magari con un'etichetta personalizzata), fazzolettini di carta, salviette profumate.
Per le donne potrebbe essere molto gradita anche una piccola confezione di crema per le mani e profumo, mentre per gli uomini un simpatico cappello per ripararsi dal sole. I vostri invitati ve ne saranno grati e apprezzeranno le vostre attenzioni!

Passiamo ora al menù.

Considerando il piacevole caldo primaverile o le temperature più alte della stagione estiva, è bene evitare menù particolarmente elaborati.
Puntate su pietanze semplici e leggere. L'ideale sarebbe un menù a base di pesce, frutta fresca e verdura di stagione, accompagnato da fiumi di fresche bevande dissetanti.

Per concludere, qualsiasi sia la scelta della location poco importa. Quello che conta è che sia in un luogo mozzafiato e, sopra di voi, ci sia un cielo meraviglioso!

Vincenzo Marino
Wedding Planner