Il bagno: pittura e resina al posto delle classiche piastrelle

Giovedì, 10 Maggio 2018 Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Voto)
  • Stampa
  • Dillo a un amico
  • Condividilo con i tuoi amici su:

Cari sposini e cari lettori, il bagno è sicuramente una delle stanze più intime e funzionali della casa. Chi è fortunato ed ha molto spazio ha addirittura più bagni: uno sicuramente patronale e privato ed uno di servizio, più pratico e spartano. 
Ciò che più caratterizza la stanza da bagno è il rivestimento in piastrelle, soprattutto di piccole dimensioni e capaci di creare la giusta atmosfera. I nuovi trend però propongono anche le pitture o le resine per decorare al meglio le pareti e in maniera del tutto funzionale ed esteticamente accattivante.


Non storcete il naso, in commercio ci sono infinite tipologie di prodotti perfetti e specifici per il bagno, antimuffa ma traspiranti ed impermeabili, capaci di rendere davvero confortevole l’ambiente e in modo del tutto sano e spesso molto ecologico.

Sono tanti i motivi per i quali scegliere la pittura o al resina al posto delle piastrelle, ma tutto dipende non solo dall’esigenza estetica, ma soprattutto da aspetti tecnici, alcuni da valutare con un professionista del settore.

Vi elenco quindi alcuni casi in cui le pitture risultano più funzionali ed ideali: chissà, magari qualcuno di voi ha già scelto questo genere di rivestimento, forse un po' insolito per alcuni, ma davvero gradevole e spesso anche low cost.

Per dare luminosità e “ampliare”

La pittura non presenta fughe, a differenza delle piastrelle e quindi consente di conferire un senso di continuità e un colpo d’occhio diverso. Di conseguenza la stanza risulta più ampia alla vista e, se si tratta di un ambiente di ridotte dimensioni, potrete anche renderlo molto luminoso utilizzando pitture o resine dalle nuance chiare.

Per giochi cromatici unici

Le piastrelle sono disponibili in infinite nuance, ma spesso scegliere un modello dal colore troppo eccentrico è un po' rischioso. Sfruttando invece le pitture, potrete osare nei colori, nelle trame e magari spingervi oltre e ripartire in più aree colorate diversamente lo spazio. Se poi vi stancherete basterà eliminare la pittura con semplicità.

Per risparmiare

In confronto alle piastrelle poi, la pittura solitamente ha un costo inferiore e anche le ore di lavorazione del professionista sono inferiori rispetto all’intervento di un piastrellista. Soprattutto se avete un bagno ampio e volete contenere le spese, prendete in considerazione questa alternativa pittorica.

Per “alleggerire”

Per alleggerire un arredo molto scuro o sofisticato, il rivestimento realizzato con la pittura è l’ideale. Potrete anche decidere di realizzare solo una parete con questa, magari attorno al lavabo: la personalizzazione è massima e vi darà molta soddisfazione.

Per un stile moderno

Grazie ai rivestimenti per il bagno in resina o realizzati con la pittura, potrete facilmente dare un aspetto più moderno anche ad un bagno un po' datato. Inoltre si possono sfruttare nuance davvero uniche e contemporanee: provare per credere.

Vi mando un abbraccio e vi aspetto con il prossimo articolo. A presto.

Eleonora Tredici
Interior designer e Visual merchandiser