Come scegliere l'acconciatura da sposa ideale: fisionomia, stile delle nozze e personalità

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

Oggi, voglio condividere con voi, care spose, alcune considerazioni sugli aspetti che ritengo più importanti per avere un'acconciatura da sposa ideale che vi renda più belle, sicure e a vostro agio nel giorno del vostro matrimonio. Sto parlando di: fisionomia del volto e corporatura, stile delle nozze e, non ultimi, il carattere e la personalità della sposa.


L'acconciatura più scelta dalle spose: il semi-raccolto

Avevamo già parlato di questa tipologia di pettinatura nell'articolo "Il semiraccolto: un'acconciatura romantica ed elegante".

Perché, però, è il modello più scelto dalle spose? Semplicemente perché è un’acconciatura in grado di correggere i lineamenti del volto, allungare il collo, coprire una schiena con qualche piccola imperfezione o un tatuaggio troppo evidente su una zona scoperta dall'abito. Inoltre, si abbina a gran parte degli stili di abito nuziale!

Un buon semi-raccolto deve prevedere anche una tessitura di capelli veri: per lavorare i capelli sulla nuca spesso “sfoltiamo” la massa che scende sulla schiena limitandone, quindi, l’effetto folto.

Il toupet o la tessitura non solo ci consentono di mantenere una bella massa, ma anche la lunghezza, sensuale e morbida. Se ne possono usare di moltissimi tipi e colori per pettinature con una resa assolutamente meravigliosa e naturale!

"Ho sognato la bellezza per lo più ad occhi aperti... di diventare tanto bella da far voltare le persone che mi vedevano passare." (Marylin Monroe)

Quando la sconsiglio

a) Se i capelli sono sottili e l'atmosfera è carica di umidità

L'ideale, in questo caso, sarebbe quello di consigliare un’acconciatura più raccolta: la compattezza garantisce una tenuta migliore, soprattutto se i capelli sono di base crespi. In tal caso, infatti, non ci sarà piega che tenga e questi torneranno presto ribelli!

b) Se si opta per un abito con scollo all'americana

Tale modello necessita che tutta la massa di capelli venga raccolta in alto. Idem se la sposa ha intenzione di indossare il copri spalle per tutta la durata della giornata: i capelli sciolti sono belli a patto che non coprano troppo l'abito da sposa.

Una valida alternativa, però, può essere quella di congiungere verso un lato tutti i capelli che scendono, liberando, in tal modo, il collo. Il collo di una donna deve apparire, infatti, possibilmente, sempre lungo e affusolato.

Quando e come realizzarla: i dettagli a cui prestare attenzione

a) Se la sposa ha un collo corto, non sottile, oppure, il viso tondo

Il consiglio è quello di non esporre completamente il collo ma, anzi, di distogliere l'attenzione da esso scegliendo un’acconciatura ben alta sulla nuca. Sempre, tuttavia, con qualche ciocca che scende sulle spalle.

b) Se la sposa non vuole mettere in evidenza le orecchie

Sono tante le spose che non amano far vedere le proprie orecchie poiché, sporgenti o meno, possono metterle a disagio proprio nel giorno in cui dovrebbero sentirsi perfettamente in armonia con ciò che sono ma, soprattutto, con l’immagine che vogliono dare di se stesse.

Il semi-raccolto aiuta a coprirle, ma deve essere assolutamente ben realizzato. Non c’è niente di peggio che credere di averle coperte a dovere, quando ecco che al minimo movimento ricompare la punta di un orecchio!

Se, invece, il desiderio è quello di una acconciatura più legata, si possono coprire le orecchie legando le ciocche laterali sulla parte bassa del collo e tirandole, in modo tale che anche delle orecchie troppo sporgenti aderiscano maggiormente al cranio. Sarà premura del parrucchiere / acconciatore, con un po’ di abilità, di non far capire l’intenzione di “convergenza” di alcune ciocche piuttosto che altre!

c) Se la sposa ha il viso tondo

Per dare l'impressione di un viso meno “gonfio”, l'ideale è un'acconciatura in cui le ciocche laterali alle orecchie siano ben tirate e congiunte verso la parte alta della nuca, la fronte, se regolare, sia scoperta e i capelli, ben cotonati, vadano verso l'alto.

d) Se la fronte non è perfetta o se la sposa è a disagio con il viso scoperto

Il consiglio è quello di adottare un'opzione che permetterà comunque di realizzare un’acconciatura dall’effetto molto elegante, pettinando verso un lato i capelli della parte frontale e piegandoli in un grande boccolo che converga verso l'esterno per poi essere appena appuntato.

Attenzione, però! Il boccolo potrebbe dare fastidio al fotografo, il quale potrebbe incontrare delle difficoltà nel fotografare bene gli occhi, soprattutto, lateralmente e in chiesa, quando la sposa avrà il viso abbassato.

Il trucco, più che mai in questo caso, sarà fondamentale per ripristinare le corrette geometrie del volto: l'arcata sopraccigliare sarà ad ala di gabbiano, l’osso zigomatico verrà ben sollevato da un’ombra creata ad arte, in modo anche volutamente ostentato, e gli occhi verranno allungati in maniera piuttosto grafica.

e) Se la sposa ha il viso lungo

Di solito questo tipo di morfologia si associa anche ad un effetto piatto. Fondamentale, in questo caso, è scegliere un’acconciatura non alta ma che si veda bene ai lati i quali non dovranno essere tirati ma, anzi, rimarranno morbidi e gonfi.

Per il trucco, ovviamente, dovranno affidarsi ai consigli di un make-up artist esperto: sarà compito della sua abilità quello di tirar fuori le gote con colori vivaci, in base allo studio della tridimensionalità del volto: l'arcata sopraccigliare non dovrà essere troppo alta, gli occhi dovranno essere truccati in maniera morbida.

Importante, poi, sarà dare colore alla rima cigliare inferiore, mentre il trucco sopra gli occhi dovrà essere leggerissimo.

Le labbra superiori andranno ben delineate, il labbro inferiore, invece, dovrà essere sfumato. In questo modo, l'attenzione si concentrerà solo sulla parte centrale del viso, che sembrerà più corto e voluminoso.

f) Se la sposa ha il viso piccolo

Spesso, l'acconciatura più richiesta è quella che “veste” di più. Non esageriamo, tuttavia, con l'effetto “montagna di capelli” nemmeno se venisse esplicitamente richiesto dalla sposa. Il viso, infatti, potrebbe risultare più piccolo poiché non sarebbe più in equilibrio con i volumi.

Badate bene, però, la scelta dell'acconciatura non dipende solo dall’esigenza di correggere delle imperfezioni o delle particolarità del volto della sposa. E' legata, in larga misura, anche alla sua personalità, a ciò che vorrà comunicare, allo stile dell'abito, al wedding look nel suo complesso ed al mood scelto per il matrimonio.

Il carattere e la personalità della sposa

Il carattere e la personalità della sposa saranno fondamentali nella scelta dell'acconciatura da sposa ideale. Infatti:

  > una sposa timida sceglierà di avere quanti più capelli possibili intorno a viso e collo;

  > se la sposa punterà su un effetto elegante, dovrai consigliarle l'acconciatura che più rispetti lo stile dell'abito, soprattutto, una tipologia legata e lucida, vintage o moderna che sia, purché preveda il collo scoperto;

  > una sposa estroversa vorrà una acconciatura più 'spumeggiante';

  > una sposa romantica sceglierà di avere qualche boccolo che scende, anche se dovesse optare per uno chignon;

  > se la sposa punterà su un effetto sexy, sicuramente, sceglierà di avere tanti capelli che scivolino sulla schiena, morbidi ma senza boccoli definiti.

Chiudo questo articolo con una citazione del grande Giuseppe Tornatore sull'importanza della bellezza come fattore per la costruzione di una società migliore: "L'arte e la cultura rimandano ad un concetto di bellezza che serve a fornire agli uomini strumenti migliori per la convivenza sociale e civile".

Un abbraccio a tutte e a presto per nuove ideeconsigli per aiutarvi nella scelta della vostra acconciatura da sposa!

Viviana Ramassotto
Makeup Artist, Vivi Make Up Academy